Torna alla home page del MIUR top
top
spacer
 
Uffici
spacer
 

 
valutazione e merito
spacer
 

 
Corso–concorso nazionale per il reclutamento di dirigenti scolastici -D.D.G. n. 1259 del 23/11/2017
spacer
 

 
Concorso per il reclutamento di Dirigenti Scolastici
D.D.G. 13.7.2011
spacer
 

 
spacer
 

 
D.D.G. 82 del 24.09.2012
Concorso a posti e cattedre per il reclutamento del personale docente
spacer
 

 
Personale A.T.A.
spacer
 

 
fondi2014-2020
PON 2014-2020
ARCHIVIO GRADUATORIE

PON 2014-2020
AVVISI E CIRCOLARI
spacer
 

 
Insegnamento apprendimento della Matematica
Insegnamento apprendimento della Matematica
 

 
Operazioni di avvio a.s.
 

 


La Buona Scuola - Assunzioni a.s. 2015/2016 - Fase B

La Buona Scuola - Assunzioni a.s. 2015/2016 - Fase C
 

 
Anagrafe scuole
spacer
 

 
PROGETTO ALIAS
spacer
 

 
Personale scolastico
spacer
Dirigenti
spacer
Docenti
spacer
Personale A.T.A.
spacer
spacer
 

 
Progetti Concorsi Iniziative
spacer
 

 
Sezioni primavera
spacer
 

spacer
 
spacer
spacer
Prevenzione e sicurezza
spacer
 

 
INVALSI
spacer
 

 
Esami di Stato
spacer
 

 
Scuole paritarie
spacer
 

 
Orientamento
spacer
spacer
 

 
spacer
spacer
 

 
Link utili
spacer
spacer
 

spacer
 
spacer
spacer
Statistiche
spacer
 

spacer
 
spacer
spacer
Vales
spacer
 

spacer
 
spacer
spacer
spacer
 

spacer
 
spacer
spacer
USR INforma
spacer
 

fascia
 

Sistema Nazionale Di Valutazione
spacer
 
spacer

fascia
 
Indicazioni nazionali e Linee guida del 2° ciclo di istruzione
spacer
 
spacer

 
header  News

INTESA SUI CRITERI PER L'ATTRIBUZIONE, A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA ED EDUCATIVA, DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA E DEGLI INCARICHI ORGANIZZATIVI
A.S. 2003/04 ARTT. 30 e 47 C.C.N.L.
COMPARTO SCUOLA 2002-2005

Allegati

L'anno 2004, il giorno 23 febbraio, in Potenza, presso la Direzione Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, via Mazzini, 80

TRA

la delegazione di parte pubblica

E

i rappresentanti regionali delle OO.SS. del Comparto Scuola C.G.I.L. Scuola, C.I.S.L. Scuola, U.I.L. Scuola e S.N.A.L.S., firmatarie del C.C.N.L. del Comparto Scuola per il periodo 2002/2005

VISTI gli articoli 30 e 47 del CCNL del Comparto Scuola del 24 luglio 2003;
VISTA la Nota del MIUR - Dipartimento per i servizi nel territorio, Direzione Generale del personale della Scuola e dell'Amministrazione - Uffici VII-VIII, prot. DGPSA/Uff. VII/3641 del 30/10/2003.
VISTA la C.M. n. 104 del 23 settembre 2002;
VISTO il Contratto Integrativo Decentrato Regionale concernente l'attribuzione, a livello di istituzione scolastica ed educativa, delle funzioni obiettivo al personale docente ed educativo per l'anno scolastico 2002-03 siglato in data 25/10/02;
VISTI i Contratti Integrativi Provinciali per la ripartizione delle funzioni aggiuntive del Personale ATA per l'anno scolastico 2002/2003;
VISTA la Nota Prot. n. 3544/B32a del 26 novembre 2002 della Direzione Generale dell'USR per la Basilicata con la quale è stato trasmesso il piano di assegnazione delle Funzioni Obiettivo per l'anno scolastico 2002-03;
CONSIDERATO che per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola dell'autonomia la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell'offerta formativa dell'istituto e per la realizzazione di progetti formativi d'intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola;
CONSIDERATO che le risorse utilizzabili per l'anno scolastico 2003/04 per le funzioni strumentali, a livello di ciascuna istituzione scolastica, sono quelle complessivamente spettanti, nell'anno scolastico 2002-03, sulla base dell'applicazione dell'art. 37 del CCNI del 31/8/99 e sono annualmente assegnate dal MIUR;
CONSIDERATO che, secondo quanto riportato dalla sopra citata C.M. n. 104/2002, il contingente numerico di funzioni obiettivo assegnate alle istituzioni scolastiche della Basilicata per l'anno scolastico 2002-03 ammonta a n. 908, di cui 795 spettanti in base ai parametri del dimensionamento, della complessità e della specificità;
RITENUTO che per l'a.s. 2003/04, dopo aver proceduto all'assegnazione delle risorse spettanti alle singole istituzioni scolastiche, residuano n. 123 funzioni e che, pertanto, vanno definiti ulteriori criteri di attribuzione;

SI STIPULA LA SEGUENTE INTESA

Art. 1
Criteri di assegnazione delle Funzioni Strumentali
al piano dell'Offerta Formativa

Le risorse utilizzabili, per le funzioni strumentali, a livello di singola istituzione scolastica, sono quelle complessivamente spettanti, come da allegata ripartizione, che costituisce parte integrante della presente intesa, predisposta in relazione ai parametri fissati dalle disposizioni in premessa.
Le risorse relative alle 123 Funzioni residue vengono ridistribuite fra tutte le istituzioni scolastiche della Basilicata, in base ai seguenti criteri:
la differenza tra quelle spettanti e quelle assegnate nell'a.s. 2002/2003, il numero degli alunni se superiore a 1.000 e agli I.C. con maggior numero di iscritti.
Le funzioni strumentali sono identificate con delibera del collegio dei docenti in coerenza con il piano dell'offerta formativa, che, contestualmente, ne definisce criteri di attribuzione, numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall'insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d'istituto. Le istituzioni scolastiche possono, nel caso in cui non attivino le funzioni strumentali nell'anno di assegnazione delle relative risorse, utilizzare le stesse nell'anno scolastico successivo, con la stessa finalità.

Art. 2
Assegnazione delle Risorse Finanziarie

Sulla base del piano regionale di ripartizione fra le singole istituzioni scolastiche delle risorse relative alle funzioni strumentali al Piano dell'offerta formativa per l'a.s. 2003/04, definito in base ai criteri di cui all'art. 1 e concordato nella presente intesa, l'Ufficio III dell'USR Basilicata provvederà all'assegnazione delle risorse finanziarie corrispondenti, per il tramite dei CSA di riferimento, secondo il prospetto riassuntivo che è parte integrante della presente intesa.

Art. 3
Incarichi Organizzativi ATA

Viene confermata l'attribuzione degli incarichi organizzativi (ex funzioni aggiuntive) già effettuata nel precedente anno scolastico 2002/2003 a seguito di contrattazione decentrata provinciale: 31/10/02 per Potenza e 5/11/02 per Matera.
Alle scuole, pertanto, viene assegnata la somma pari alle funzioni aggiuntive attivate nell'anno scolastico 2002/2003.
Ai sensi dell'art. 47, punto 2 del CCNL la relativa attribuzione è effettuata dal Dirigente Scolastico secondo le modalità, i criteri e i compensi definiti dalla contrattazione d'istituto nell'ambito del piano delle attività.
Esse verranno particolarmente finalizzate per l'area A per l'assolvimento dei compiti legati all'assistenza alla persona, all'assistenza all'handicap e al pronto soccorso.

Art. 4
Interpretazione autentica

Qualora insorgano controversie sull'interpretazione della presente intesa, le parti che l'hanno sottoscritta si incontrano per definire consensualmente il significato della clausola controversa, secondo quanto previsto dall'art. 2 del Contratto Collettivo Integrativo Regionale sulle relazioni sindacali sottoscritto in data 11.1.2002.
L'accordo raggiunto sostituisce la clausola controversa sin dall'inizio della validità dell'accordo. Di tale ulteriore accordo sarà data informazione a tutte le istituzioni scolastiche.

Art. 5
Norma finale

La presente intesa ha validità per l'Anno Scolastico 2003/04, salvo che intervengano rilevanti modifiche normative.

La delegazione di parte pubblica Delegazione sindacale
CGIL Scuola
CISL Scuola
SNALS

Allegati
Piano di riparto

 
fascia
 
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
spacer
 
spacer



spacer

Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione - privacy